Lavori eseguiti

Ti trovi in:

Condominio “Bellavista” (2011)

 
  • Posa in opera tessuto in fibra di carbonio.

Rinforzo Strutturale nodi telaio in cemento armato con la posa in opera di nastri in fibra di carbonio.  Nei compositi fibrorinforzati le fibre svolgono il ruolo di elementi portanti sia in termini di resistenza che di rigidezza, mentre la matrice, oltre a proteggere le fibre, funge da elemento di trasferimento degli sforzi tra le fibre e tra queste ultime e l’elemento strutturale a cui il composito è stato applicato. La maggior parte dei compositi è costituita da fibre che posseggono una elevata resistenza e rigidezza, mentre la loro deformazione a rottura è inferiore a quella della matrice. Nella seguente figura sono descritti qualitativamente i legami costitutivi di fibre, matrice e corrispondente composito. Quest’ultimo presenta una rigidezza inferiore a quella delle fibre e perviene a rottura in corrispondenza di una deformazione, coincidente con quella di rottura delle fibre. Superata tale deformazione, infatti, non è possibile un completo trasferimento degli sforzi dalle fibre alla matrice. L’applicazione di materiali compositi fibrorinforzati (FRP) rappresenta la soluzione tecnologica più evoluta per gli interventi di consolidamento statico, di rinforzo e riabilitazione strutturale, di miglioramento ed adeguamento sismico. 
E’ la soluzione ideale per la messa in sicurezza di edifici residenziali, ospedalieri, scolastici, sportivi, commerciali ed industriali. I vantaggi degli FRP sono molteplici: leggerezza, elevate proprietà meccaniche, caratteristiche anticorrosive.
I compositi si adattano bene anche ad applicazioni in cui è necessario preservare le caratteristiche estetiche della struttura originaria (edifici di interesse storico o artistico) o in casi in cui i rinforzi tradizionali sarebbero di difficile applicazione per limitatezza dello spazio a disposizione. Gli FRP garantiscono eccezionali risultati in termini di sicurezza, riducendo al minimo i problemi di invasività e di ingombro garantendo la totale reversibilità.

Consolidamento di strutture in cemento armato.

  • Ripristino delle capacità portanti di elementi strutturali, dovute al degrado o corrosione dei ferri d’armatura.
  • Rinforzo a flessione ed a taglio di travi in c.a. a vista ed a spessore. Reintegro della funzione strutturale delle staffe, insufficienti o degradate.
  • Cerchiaggio x il rinforzo di pilastri di tutte le dimensioni e forme.
  • Aumento della resistenza a compressione del calcestruzzo nei pilastri.
  • Rinforzo di solai in c.a, anche per aumenti di carico imprevisti.
  • Collegamenti strutturali dei nodi trave – pilastro. Irrigidimenti di piano su solai in c.a. con collegamento alla struttura verticale.
  • Ripristino delle capacità portanti di elementi strutturali danneggiati (ad esempio urto di mezzi nei ponti o sottopassaggi, incendi, infiltrazioni di acqua, ecc.).
  • Cambio di destinazione d’uso dell’edificio, ove occorra aumentare la capacità portante ad esempio di travi e solai, oppure incrementare le prestazioni dei pilastri senza ingrossarli.

« Tutti i Lavori



Richiedi un preventivo gratuito

Contattaci adesso per avere più informazioni sui nostri interventi di rinforzo strutturale e di adeguamento sismico di edifici in cemento armato e muratura.

 

Chiama Ora Richiedi Preventivo Scrivi Email